12 settembre 2006

Sotto ponti rotti

Passo le notti
sotto ponti rotti
da chi non è più qui
e resto così,
indifferente,
senza nascondermi,
a guardare le rondini che volano via
dal mio piccolo mondo
che non è altro che un'idea,
un'odissea giudea senza ritorno.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

vorrei sapere di chi sono queste poesie che leggo sul blog

StePius ha detto...

le scrivo io,
sono di chi le legge

ciao