22 ottobre 2006

Stivali verdi

Non ho uno sguardo daltonico
e mi sembra ridicolo chi si vanta d'averlo,
forse potrei comprarlo in qualche bazar marziano,
dire che amo i tuoi stivali verdi,
gli orecchini di giada,
la strada erbosa:
certo, sarebbe una bella cosa,
faciliterebbe l'esistenza
ma il dio che dispensa i colori
mi ha regalato tutte le sue ombre.
Sto dove incombe la notte,
al margine di grotte per bestie feroci:
non c'è nulla da vedere
perciò se vuoi spegni pure la lampadina,
faremo finta di godere
poi
ti chiamerò mattina.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

quindi in realtà gli stivali sono rossi, gli orecchini di rubino, la strada è di terra...rossa

Elisabetta Manfucci ha detto...

ciao, per te che scrivi vorrei segnalarti la nascita di un polo tecnologico che ti mette in grado di pubblicare il tuo libro senza ricorrere ad un editore ed alle logiche spendi soldi delle case editrici. io ho pubblicato il mio primo copione cinematografico, un piccolo soggetto per la tv che sta andando veramente forte!
se vuoi saperne di più clicca sul mio blog.