03 maggio 2006

Toppando falle

E la Speranza all'ultima stanza
incontra la nera Signora
che le chiede l'ora
ma l'ora già dispare.

Tira il vento, si tira una canna,
si tira a campare tra il male e gli osanna.

Panna rancida nel frigo
mentre gela l'ennesimo obiettivo sfuocato:
c'è chi crede d'avere dato e non ha dato mai.

Sai dov'è l'oriente? Che se lo sai risorgerai,
dentro una foglia o una farfalla,
che affogando andrai soltanto a toppare un'altra falla.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

non voglio tappar falle. oi oi questa è proprio pesantuccia. Per una volta spero di nn essere stato d'ispirazione.

gianni

StePius ha detto...

Però il verso "si tira una canna"... ih ih ih