09 ottobre 2007

Occhi d'ardesia

Occhi d'ardesia,
la vita si soppesa con gli sguardi:
tu non puoi avermi
e viceversa,
così l'esistenza sembra persa
tra le gesta d'un cavaliere di cartone
e la ragione d'uno scienziato malato
ma io t'ho amato fino in fondo
anche se solo per un secondo:
nella notte delle tue stelle nere
mi son lasciato cadere a precipizio,
veloce fino alla fine del mondo,
tanto veloce da tornare all'inizio.

1 commento:

ettore ha detto...

ciao ti va di fare uno scambio di link???